…a casa di Vale
primi piatti RISO

RISOTTO ALLE ERBE DI MONTAGNA

Febbraio è finito, con tutte le sue perturbazioni, nevicate improvvise e freddo. Inizia il nuovo mese e con lui arriva un nuovo appuntamento con L’italia nel piatto. L’argomento del mese à “Riso e tradizione” e per marzo ho scelto il risotto alle erbe di montagna, una ricetta che racconta della mia Valle, della tradizione di raccogliere erbe spontanee.

Quando penso al riso penso alle donne e in particolare alle mondine.  Alla loro forza fisica, al lavoro duro allietato dai loro canti.

Le gambe immerse nell’acqua a raccogliere riso, tante ore di duro lavoro, queste donne sono il simbolo di una prorompente femminilità che negli anni passati ha segnato un segno importante nella storia italiana e soprattutto nella storia delle donne italiane.

Anche in Valle d’Aosta, dove in passato (anche se oggi in alcuni paesi è ancora fortemente radicato) la donna svolgeva lavori duri e di forza: accudiva il bestiame, coltivava la terra e gestiva l’azienda di famiglia e portava avanti le tradizioni del luogo.

La donna era ed è il fulcro della vita familiare: madre, moglie, bracciante, governante.

Nel mese di marzo si festeggia la Donna: un nome che racchiude un mondo infinito di sensazioni, di storia, di battaglie e di conquiste.

In questa ricetta è racchiuso il mio inno alle Donne e alle loro battaglie e alle loro conquiste.

Il risotto alle erbe di montagna è un primo piatto dai sapori delicati, arricchito da qualche tocchetto di toma di Gressoney, un formaggio valdostano Igp.

 

Le erbe che arricchiscono questo piatto sono la maggiorana, l’erba orsina, l’aneto, il timo e il rosmarino. Un trionfo di aromi e profumi!

 

Print Recipe
RISOTTO ALLE ERBE DI MONTAGNA - RICETTA
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
3 persone
Ingredienti
  • 200 gr riso Carnaroli
  • 1/2 cipolla bianca
  • 2 cucchiai olio extravergine d'oliva
  • 100 gr burro
  • 1 rametto rosmarino
  • 1 rametto maggiorana
  • 2 rametti timo
  • 1 rametto aneto
  • 1 rametto erba orsina
  • 1 spicchio aglio
  • 70 gr toma di Gressoney
  • q.b. brodo vegetale
  • q.b. sale
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
3 persone
Ingredienti
  • 200 gr riso Carnaroli
  • 1/2 cipolla bianca
  • 2 cucchiai olio extravergine d'oliva
  • 100 gr burro
  • 1 rametto rosmarino
  • 1 rametto maggiorana
  • 2 rametti timo
  • 1 rametto aneto
  • 1 rametto erba orsina
  • 1 spicchio aglio
  • 70 gr toma di Gressoney
  • q.b. brodo vegetale
  • q.b. sale
Istruzioni
  1. Tritate finemente le erbe.
  2. Aggiungete il trito di erbe aromatiche al burro che avrete fatto ammorbidire in precedenza.
  3. Avvolgete il burro alle erbe nella pellicola trasparente e trasferitelo in frigo.
  4. In una ampia padella fate scaldare un paio di cucchiai di olio extravergine d'oliva e soffriggete la cipolla tagliata finemente.
  5. Tostate il riso e cuocetelo aggiungendo poco per volta il brodo vegetale.
  6. Appena il riso sarà cotto regolate di sale e mantecate il tutto aggiungendo qualche tocchetto di toma di Gressoney e il burro alle erbe aromatiche,
  7. Servite immediatamente.
Recipe Notes

Se avete difficoltà a reperire l'erba orsina potete sostituirla con uno spicchio d'aglio.

 

Con questa ricetta partecipo come rappresentante della Valle d’Aosta

Ecco le altre ricette che le mie amiche blogger hanno preparato per il tema di questo mese:

Piemonte: Risotto al Barbera con scaglie di castelmagno  ( blog: Fior di Pistacchio)

Liguria: Minestra di riso e baccalà  (blog: Arbanella di basilico)

Lombardia: Risotto alla milanese con ossobuco (blog: Kucina di Kiara)

Trentino Alto Adige: Risotto al teroldego (blog: Dolcemente inventando)

Veneto: Risi e latte (blog: il fior di cappero)

Friuli Venezia Giulia: Budino di riso (blog: Zucchero and Cannella)

Emilia Romagna: Risotto alla primogenita (blog: Zibaldone culinario)

Toscana: Minestra di riso e lampredotto (blog: Acquacotta e fantasia)

Marche: Riso alla marchigiana (blog: Acquacotta e fantasia)

Umbria: Riso e patate (blog: Due amiche in cucina) 

Abruzzo: Risotto alla marinara (blog:  Il mondo di Betty)

Molise: Riso al sugo con scamorza e uova sode (blog: Donne pasticcione)

Campania: Riso e latte per il giorno dell’ascensione  (blog: Fusilli al tegamino)

Puglia: Risotto alle seppie  (blog: Breakfast da Donaflor)

Basilicata: Risotto con fagioli e salsiccia di cinghiale croccante  (blog: la lucana in cucina )

Calabria: Riso e scariola  (blog: Il mondo di rina)  

Sicilia: Arancini di Riso alla Norma (blog: Profumo di Sicilia

Sardegna: Arrosu casteddaju ( RISO ALLA CAGLIARITANA )  (blog: Dolci Tentazioni d’autore) 

You Might Also Like...

5 Comments

  • Reply
    elisa
    2 marzo 2018 at 14:01

    Questo risotto deve avere un profumo. eccezionale.
    Da provare senza dubio!
    elisa

  • Reply
    Natalia
    2 marzo 2018 at 17:07

    Questo risotto deve essere una vera e propria esplosione di sapori. Adoro tutte le erbe in elenco. Quel formaggio lo conosco poco ma sarei molto curiosa di provarlo.

  • Reply
    carla emilia
    4 marzo 2018 at 15:46

    Buonissimo Vale. Ho passato lunghe vacanze nella valle di Gressoney! Un abbraccio

  • Reply
    milena
    6 marzo 2018 at 18:48

    Un risotto delicato ma tanto profumato con le erbette di montagna!
    un abbraccio

  • Reply
    Ale - Dolcemente Inventando
    9 marzo 2018 at 15:59

    mi sembra delizioso. brava

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CONSIGLIA Web Marketing Festival 2018: perchè non potete proprio perderlo