…a casa di Vale
PASTA primi piatti

TAGLIOLINI DI ENKIR

Conoscete l’enkir? È il cereale definito “il padre di tutti i cereali”. Le ricerche che sono state effettuate hanno portato a stabilire che fu il primo cereale coltivato in Mesopotamia.

Da questo cereale si ottiene una farina dal colore giallo e dal sapore gustoso che può essere usata in preparazioni sia dolci che salate.

I tagliolini di enkir sono stati per me una piacevole scoperta. La farina di enkir è un po’ difficile da lavorare, ma con un po’ di pazienza si fa tutto!.

Ho impastato la farina di enkir con dell’acqua, un impasto base, semplice per non alterare il sapore gustoso della farina.

Ho abbinato i tagliolini ad un pesto di cavolo nero….una bomba!

rps20160310_105013[1]

Ingredienti per 2 persone

Per i tagliolini

200 gr di farina di enkir

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva + 1 cucchiaio per l’acqua di cottura

1/2 cucchiaino di sale

acqua q.b.

 

Per il pesto di cavolo nero

150 gr di cavolo nero già lessato

100 gr di frutta secca mista (anarcardi, noci, nocciole e mandorle)

1 spicchio d’aglio

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

olio extravergine d’oliva q.b..

sale q.b.

Versate sulla spianatoia la farina di enkir. Aggiungete il sale, l’olio e versate poco per volta l’acqua.

Impastate fino ad ottenere un impasto liscio e sodo.

rps20160310_105238[1]

Tirate l’impasto in sfoglia e con la sfogliatrice o al coltello ricavate i tagliolini di enkir.

Adagiateli sulla spiantoia infarinata (io ho usato la farina di enkir) e fateli asciugare un po’.

rps20160310_105052[1]

Nel frattempo preparate il pesto di cavolo nero.

Lessate il cavolo per quache minuto.

rps20160310_114015[1]

Scolate il cavolo nero e mettetelo in una bacinella con acqua e ghiaccio per fermare la cottura e mantenere vivi i colori.

rps20160310_113952[1]

Frullate il cavolo con lo spicchio d’aglio, la frutta secca e il parmigiano, versando a filo l’olio.

rps20160310_113923[1]

Assaggiate e regolate di sale.

Cuocete i tagliolini in abbondante acqua salata. Io ho aggiunto un cucchiaio di olio nell’acqua per evitare che i tagliolini di enkir si attaccassero tra loro.

Scolate i tagliolini di enkir e conditeli con un po’ di pesto di cavolo nero allungato con qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta.

Le dosi che vi ho indicato per il pesto di cavolo nero sono per condire 4 piatti di tagliolini. Il consiglio è quello di confezionarlo in bicchierini e di surgelarlo. All’occorrenza vi basterà scongelare il pesto e condire la pasta o usarlo per le vostre ricette!

rps20160310_104941[1]

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    CONSIGLIA Gnocchetti agli scampi