…a casa di Vale
LIEVITATI

PANE AMMODDIGADU

Pane ammoddigadu e regottu friscu, era questa la colazione dei pastori. Una fetta di pane “molle” (ammoddigadu in sardo) e della ricotta fresca.
Su pane ammoddigadu si faceva con sa madrighe (l’antenata della nostra pasta madre), si preparava la sera prima e al mattino presto si cominciava a versare il lievito nella farina, si aggiungeva l’acqua e si ammoddigava l’impasto.
Una volta pronto l’impasto si metteva in una ciotola di terracotta ( su tevuccu), si faceva il taglio a croce, due parole scaramantiche e si aspettava che lievitasse a dovere.
S’infornava e il profumo di questo pane inondava la casa.
E’ un pane con idratazione all’80% e si mantiene morbido per giorni.
Io l’ho preparato con il lievito disidratato, volendo si può preparare con 150 gr di pasta madre: ovviamente i tempi di lievitazione saranno più lunghi.

Ingredienti

500 gr di farina 0
400 gr di acqua
2 cucchiaio di olio evo
1/2 bustina di lievito disidratato (tipo Mastro Fornaio)
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale

Versate in una ciotola la farina, l’olio, il lievito e lo zucchero.

Unite l’acqua e impastate con una forchetta.
Aggiungete il sale e mescolate ancora.

La consistenza deve essere quella di una pastella densa.

Inumidite le mani e lavorate il composto.
Fatelo lievitare 4 ore.
Ecco l’impasto dopo la prima lievitazione.

Ungete una teglia e versate l’impasto e fatelo lievitare un’altra ora.

Spolveratelo con della farina e infornatelo a 200°C per circa 30 minuti.

Fatelo raffreddare completamente prima di tagliarlo.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    CONSIGLIA Web Marketing Festival 2018: perchè non potete proprio perderlo